Quando si vogliono valutare i risultati ottenuti dalla propria presenza online, uno degli elementi principali da analizzare è il sito internet aziendale. Fare da soli un’analisi del sito web può portare via un po’ tempo ma risulta fondamentale per scoprire il potenziale nascosto del tuo sito. In questa guida cercherò di darti le dritte giuste per un’analisi veloce. Ti chiedo tuttavia di  non avere fretta e concederti il tempo necessario per analizzare il tuo sito internet (o quello dei tuoi competitor): solo in questo modo potrai avere un’idea chiara e definita.

Perchè e quando analizzare il tuo sito internet?

Analizzare lo stato del sito internet è una delle attività cruciali nel campo del web marketing. Come una persona, anche per un sito web il must è mens sana in corpore sano.

Un sito web professionale dev’essere in grado di rappresentare al meglio la tua attività con un’immagine aziendale chiara e definita, presentare tutte le informazioni necessarie grazie a contenuti di valore, generare nuovi clienti tramite la ricezione di contatti qualificati, rispondere alle esigenze degli utenti e dei tuoi clienti fornendo informazioni, risorse e news relative alla tua attività.

Se hai un sito internet e ti stai chiedendo qual’è il momento migliore per un’analisi, la risposta è subito.

Personalmente analizzo i siti gestiti in due modalità: un’analisi semestrale più approfondita e un’analisi mensile per monitoraggio ed eventuali correzioni.

Con questa guida ti spiegherò come analizzare in modo semplice e veloce il tuo sito con strumenti gratuiti. Naturalmente stiamo parlando di un’analisi del sito a livello base, la quale non può rimpiazzare un lavoro svolto con l’occhio di uno specialista attraverso tool professionali e dedicati.

Come fare l’analisi di un sito web?

Per analizzare un sito internet dobbiamo armarci di occhio critico, una buona dose di obiettività condita da un po’ di immaginazione e qualche foglio di calcolo per segnare i nostri risultati.

I fattori da tenere a mente